Sab. Ott 31st, 2020

ARZANO (NAPOLI). Il regista Amedeo Staiano realizza il docufilm “20.20 riadattamento sociale”. Il video sarà trasmetto sull’intero territorio nazionale grazie alla partnership morale di circa 30 emittenti televisive

Il regista Amedeo Staiano

di Antonio Parrella

ARZANO (NAPOLI). Cinema e solidarietà ai tempi del coronavirus. “20.20 riadattamento sociale”: è’ il titolo del docufilm realizzato dal 35enne regista napoletano Amedeo Staiano, che racconta la realtà di Arzano con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della macchina della solidarietà in questo delicato periodo di emergenza sanitaria mondiale.

Staiano ha realizzato il suo progetto attraverso la locale associazione “Arzano 80022” che, grazie alla sua vasta rete di contatti, promuove iniziative per la popolazione che sta vivendo un momento di estrema fragilità a causa della pandemica diffusione del Covid-19. Il cortometraggio, che verrà trasmesso sull’intero territorio nazionale grazie alla partnership morale di una trentina di emettenti televisive, è fatto di testimonianze di cittadini e personaggi pubblici, che raccontano un equilibrio messo in discussione dal nuovo coronavirus.

Inoltre il video, girato nella settimana di Pasqua, raccoglie le testimonianze di chi si prodiga per il prossimo e di chi va avanti grazie a questi aiuti.

Tutto ciò – spiega Staiano – è stato reso possibile grazie all’appoggio di Silvana Adelfi (Presidente della Mareluna Cooperativa SocialeOnlus). Inoltre ho potuto contare sulla professionalità di Pasquale Piro, che ha realizzato la colonna sonora sempre ed esclusivamente a titolo gratuito e dell’attore Luigi Attrice, che ha firmato una sua personale riflessione finale”. 

Da segnalare che sul sito della cooperativa  (www.marelunacooperativasociale.it/cinema/progetti) è attivato uno spazio dedicato interamente all’importante progetto, con i link dei trailer, gli articoli e il calendario costantemente aggiornamento dei palinsesti delle diverse emittenti con date e orari della messa in onda del docufilm.

Staiano è un regista emergente che dopo diversi corsi di formazione professionale come operatore di ripresa e montatore video, ha poi continuato la sua esperienza professionale in diverse emittenti locali tra cui Telecapri e Canale 21.

E proprio da questi canali televisivi che inizia la sua carriera in qualità di operatore di ripresa, per passare successivamente alla regia.

Undici anni fa il suo passaggio alle reti su scala nazionale ed internazionale. Staiano realizza tuttora per queste reti  importanti eventi sportivi, reality, talk show, programmi d’intrattenimento e programmi d’inchiesta.

Da annotare, inoltre, che il regista napoletano ha fatto il suo approccio nel 2017 alla regia di tipo documentaristico d’inchiesta, con la produzione del mediometraggio  dal titolo “Rebibbia- Liberi di Ricominciare” della durata di 31 . Un suggestivo docufilm, questo, girato a Roma all’interno della Casa di Reclusione di Rebibbia e che vede coinvolti detenuti minorati psichici, affiancati da detenuti comuni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Categorie