CAIVANO. Consorzio CSA ASI: rimossi i rifiuti nel polo industriale di Pascarola, nei pressi dello stabilimento di Harmont & Blaine

0
7

I vertici del Consorzio. “Certamente non abbassiamo la guardia, ma è necessaria la collaborazione di tutti i fruitori di questa vastissima area industriale”

di Antonio Parrella

CAIVANO (NAPOLI). Non si ferma l’azione del Consorzio Csa Asi di Pascarola per debellare il triste fenomeno del deposito selvaggio dei rifiuti.  Una questione problema che rappresenta una priorità assoluta dell’ufficio di presidenza del Consorzio. Dunque prosegue anche in queste ore il programma di monitoraggio ambientale e di pulizia straordinaria della cittadella industriale.

L’ultimo intervento in ordine di tempo è stato eseguito nell’area in prossimità dello stabilimento di Harmont & Blaine. A tal uopo erano arrivate molte segnalazioni che evidenziavano uno stato di abbandono incontrollato di rifiuti.

L’area interessata è stata recintata con il supporto del personale di vigilanza ed il materiale accumulato er terra è stato tempestivamente rimosso.

Così recita una nota dell’ufficio di presidenza del Consorzio CSA ASI. “Nonostante il grande impegno profuso e la massima attenzione riservata al problema, il monitoraggio ambientale, in un’area di così grande estensione, come quella del polo industriale di Pascarola, resta un’attività non semplice e non priva di problemi. Certamente, in questi mesi, il servizio di raccolta dei rifiuti ed in generale il livello di decoro sono migliorati in maniera esponenziale. Ma per non disperdere questi ottimi risultati, occorre non abbassare la guardia. Solo i controlli non bastano: è necessaria la collaborazione di tutte le aziende e il corretto comportamento di tutti i fruitori dell’area in relazione alla gestione del ciclo dei rifiuti”.