sabato, 13 Luglio , 24

Tour de France, oggi tappa 14: Tourmalet e arrivo in salita, percorso e orario

(Adnkronos) - Il Tour de France 2024 propone oggi la 14esima tappa, la Pau - Saint-Lary-Soulant di 152 km. Il percorso della frazione del 13 luglio prevede una sequenza di salite: Tourmalet, Hourquette d'Ancizan e l'arrivo. Una giornata che può dare una spallata alla classifica generale, guidata dalla maglia gialla Tadej Pogacar.  La tappa si…

Wimbledon, Paolini oggi in finale: azzurra in campo per la storia

(Adnkronos) - Jasmine Paolini oggi contro Barbora Krejcikova a Wimbledon per la finale del singolare femminile. L'azzurra, testa di serie numero 7, cerca un posto nella storia: nessuna italiana ha mai trionfato a Wimbledon. Paolini, 28 anni, oggi alle 15 italiane arriva sul Campo Centrale (diretta tv su Sky Sport 1 e in streaming su…

Omicidio Mollicone, Mottola assolti anche in Appello

(Adnkronos) - Tutti assolti anche in secondo grado. E' il verdetto della prima sezione della Corte d'Assise d'Appello di Roma nel processo per l'omicidio della 18enne di Arce Serena Mollicone. Un delitto che a 23 anni di distanza, dopo indagini, archiviazioni e processi, resta ancora un mistero. Per l'ex comandante della caserma dei carabinieri di…

De Luca fa il punto generale sulla situazione Covid in Campania

UncategorizedDe Luca fa il punto generale sulla situazione Covid in Campania

di Francesco Gallo

Il Presidente della Regione Vincenzo De Luca, nel corso della consueta diretta social del venerdì pomeriggio, ha fatto il punto della situazione sull’emergenza epidemiologica da Covid-19 in Campania e sulla campagna di vaccinazione, dichiarando che: “Per quanto riguarda la distribuzione dei vaccini, il Governo ha fatto un piano che noi abbiamo contestato dall’inizio, perché penalizzante per la nostra regione. Il piano era rapportato su due parametri: il primo per numero di dipendenti delle strutture sanitarie, il secondo per numero di anziani ospitati nelle Rsa. Così abbiamo registrato uno squilibrio di decine di migliaia di vaccini rispetto alle altre grandi regioni italiane. Abbiamo chiesto un riequilibrio, abbiamo assistito a un mercato nero dei vaccini e abbiamo denunciato. Qualcuno ha detto che la Campania non ha accumulato le scorte, un’idiozia. Che scorte devo accumulare se non ho neanche la dotazione che serve? Ci tuteleremo in tutte le sedi.”

Prosegue il Governatore: “Completeremo per il mese di gennaio e per i primi giorni di febbraio, se abbiamo quello che ci manca, le somministrazioni della seconda dose. Poi da inizio febbraio dovrebbe iniziare la distribuzione sulla base della popolazione residente nelle diverse regioni e dovremmo recuperare ciò che ci è stato sottratto. Intendiamo completare la vaccinazione di tutta la popolazione campana entro il 2021. Stiamo lavorando in queste ore, per attrezzare in tutta la regione, per quando da marzo inizieremo la vaccinazione di massa, circa 150 punti di somministrazione. Dobbiamo arrivare a vaccinare 4,6 milioni di persone in Campania. Sarà un’operazione di carattere militare se vogliamo arrivare all’obiettivo, sempre che arriveranno i vaccini. L’obiettivo è fare circa 60mila vaccinazioni al giorno. E’ uno sforzo gigantesco, ma non abbiamo alternative”.

Parlando dei dati del contagio invece: “Anche oggi la percentuale dei positivi è di circa l’8%, con circa 14/15mila tamponi analizzati. Quando si viaggia a circa 1000 positivi al giorno, vuol dire che dobbiamo camminare sul filo del rasoio e fare attenzione. La Campania è in zona gialla, ma dobbiamo essere più attenti degli altri. Nessun rilassamento, fin quando non avremo completato la campagna di vaccinazione”.

De Luca ha fatto anche il punto sulla situazione delle scuole: “Per le scuole noi avevamo un obiettivo, già annunciato nelle scorse settimane. Noi riapriamo le scuole sulla base di una valutazione dello stato dell’epidemia, per garantire alunni, personale scolastico e famiglie, perché così ragiona in maniera seria. Il 25 dovrebbero riaprire le scuole primarie, come avevamo previsto. Lasciamo sempre un margine di discrezionalità alle amministrazioni comunali. Poi, dice la sentenza del Tar, dal 1° febbraio iniziamo con la ripresa delle scuole secondarie. Era quello che volevamo ottenere. Nel frattempo abbiamo lavorato sul settore trasporti e la situazione è buona. Qui fanno ricorsi contro la didattica a distanza come se l’epidemia non esistesse. Quando c’è un alunno positivo in una classe, noi dobbiamo mettere in quarantena tutta la classe. Dobbiamo controllare che nelle scuole non scoppiano focolai, spero sia chiaro questo aspetto”.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles