giovedì, 20 Giugno , 24

Autonomia, su referendum tutte le opposizioni unite: pronti alla raccolta firme

(Adnkronos) - La battaglia in aula è ieri mattina presto con l'approvazione finale dell'autonomia, dopo una seduta fiume durata l'intera la notte. Le opposizioni sono già pronte a portare la battaglia fuori dal Parlamento, avviando la raccolta firme per il referendum abrogativo. Ci sono tutti. A Pd, M5S, Avs e Più Europa, martedì insieme a…

Gaza, “Usa chiedono a mediatori pressioni su Hamas per via libera a piano Biden”

(Adnkronos) - Gli Stati Uniti "hanno chiesto ai mediatori egiziani e qatarini di esercitare nei prossimi giorni la massima pressione su Hamas affinché accetti la proposta del presidente Joe Biden" in tre fasi per porre fine alla guerra a Gaza. A dirlo è il giornale libanese online al-Nashra citando fonti arabe. Secondo le stesse fonti "la…

Fiori, bimbi e palloncini: la festa di Kim per Putin come un vecchio film sovietico

(Adnkronos) - Girasoli di carta, che in Asia sono simbolo di longevità e buona fortuna - a Taiwan il segno di riconoscimento delle proteste anti governative del 2014, ma a questo il protocollo di Kim Jong-un non deve averci pensato. Folla in festa lungo trenta chilometri di strada al passaggio del corteo di auto del…

La nebbia dell’impermanenza di Fujiko Nakaya a Basilea

Video NewsLa nebbia dell'impermanenza di Fujiko Nakaya a Basilea

Alla Fondation Beyeler l’esperienza del tutto che cambia

Basilea. 10 giu. (askanews) – Il cambiamento è repentino. Dalla perfetta visibilità si scivola in pochi secondi in una sorta di bianca cecità, che rimette in discussione sia le nostre percezioni, sia la natura intima del luogo, che da raffinato museo nel cuore dell’Europa si trasforma in uno spazio imprecisato, liminale, del tutto sfocato. Fuori dal perimetro della comfort zone, aperti alle molteplici possibilità di un mondo diverso e non conosciuto. Passa rapidamente, ma l’esperienza è comunque molto intensa e lascia la sensazione che dopo le nostre percezioni siano diverse, addirittura che tutto sia leggermente diverso da prima. Si tratta dell’installazione dell’artista giapponese Fujiko Nakaya, che ha portato le proprie celebri nebbie anche alla Fondation Beyeler di Basilea, come parte della mostra collettiva estiva che il museo svizzero ha presentato a maggio e che è animata da un gruppo di curatori e di artisti all’insegna di una continua mutazione, di una impermanenza radicale che è ormai parte dei gesti artistici più consapevoli. La nebbia cambia il panorama, rimette in discussione il “patto narrativo” con lo spettatore, avvolge la grande torre di Philippe Parreno, il museo di Renzo Piano e tutti i visitatori in un abbraccio che attraversa il tempo e la storia, che può portarci nella Nantucket di Moby Dick così come in una Londra dickensiana oppure in un futuro da cambiamento climatico e da nuove frontiere dell’ipercapitale. Nessuna risposta è giusta e ovviamente lo sono tutte. Perché questo è il senso di stare dentro l’arte contemporanea, nella nebbia del nostro presente digitale e perduto.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles