mercoledì, 19 Giugno , 24

Fiori, bimbi e palloncini: la festa di Kim per Putin come un vecchio film sovietico

(Adnkronos) - Girasoli di carta, che in Asia sono simbolo di longevità e buona fortuna - a Taiwan il segno di riconoscimento delle proteste anti governative del 2014, ma a questo il protocollo di Kim Jong-un non deve averci pensato. Folla in festa lungo trenta chilometri di strada al passaggio del corteo di auto del…

Napoli, incendio sulla collina dei Camaldoli: fiamme lambiscono case

(Adnkronos) - Incendio, con ogni probabilità di origine dolosa, sulla collina dei Camaldoli, a Napoli. Le fiamme hanno lambito alcune abitazioni, l'allarme è stato lanciato verso le 19. Al momento nelle vicinanze della collina e nel vicino quartiere Vomero sono ancora visibili tracce di cenere. Si apprende che il prefetto di Napoli, Michele di Bari,…

Grecia, incendi in tutto il Paese: dichiarato stato di massima allerta

(Adnkronos) - Le autorità hanno decretato lo stato di massima allerta a seguito degli incendi boschivi che si sono diffusi in tutta la Grecia, alcuni dei quali sono stati appiccati deliberatamente, come quello scoppiato vicino all'autostrada che conduce all'aeroporto internazionale di Atene. "L'incendio si è propagato alla velocità della luce, ma ci sono prove documentate che…

Liti pendenti: versamento del 100% se il ricorso è improcedibile

UncategorizedLiti pendenti: versamento del 100% se il ricorso è improcedibile

La Circolare 6/E, punto 5.1 dell’Agenzia delle Entrate

La Legge di Bilancio 2023 (art.1, commi da 186 a 205) prevede la possibilità per i contribuenti di definire in maniera agevolata le liti pendenti al 1° gennaio 2023, beneficiando dello stralcio di sanzioni ed interessi e, in alcuni casi, di usufruire di notevoli sconti con riferimento alle imposte inizialmente dovute.

“In linea generale, il contribuente dovrà versare un importo pari al valore della controversia, ovvero il 100% del tributo accertato – sottolinea Marco Cuchel, presidente dell’Associazione Nazionale Commercialisti – risparmiando le sanzioni e gli interessi”.

Ulteriori sconti possono essere conseguiti a seconda dello stato del ricorso. La lite verrà chiusa con il pagamento del 90% del valore della controversia, nel caso in cui il contribuente si sia già costituito in giudizio, ma, alla stessa data, la Corte di Giustizia Tributaria di I° grado non abbia ancora depositato una pronuncia giurisdizionale non cautelare.

Sul tema è di particolare interesse la Circolare 6/E, punto 5.1 dell’Agenzia delle Entrate. Nel caso di ricorsi notificati a fine anno 2022, è di fatto impossibile chiudere la lite con il pagamento del 90%, laddove il ricorso sia soggetto a reclamo o mediazione.

“Infatti, la costituzione in giudizio, in presenza di reclamo/mediazione – prosegue Cuchel – può essere effettuata solo a partire dal 91esimo giorno, ed entro il 120esimo giorno. Pertanto, in questa situazione il ricorso è improcedibile e il contribuente non può avvalersi dell’ulteriore sconto e chiudere la lite con il versamento del 90% del valore della controversia, ma occorrerà pertanto versare il 100%”.

L’articolo Liti pendenti: versamento del 100% se il ricorso è improcedibile proviene da Notiziedì.

continua a leggere sul sito di riferimento

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles