venerdì, 21 Giugno , 24

Caldo, è allerta sull’Italia: 8 città da bollino rosso oggi

(Adnkronos) - Si intensifica la prima ondata di caldo che sta investendo l'Italia, soprattutto al Centro-Sud, con l'anticiclone africano Minosse. Se ieri Perugia è stata l'unica città da bollino rosso nel bollettino del ministero della Salute, oggi venerdì 21 giugno sono 8 i capoluoghi con il livello massimo di allerta per gli effetti del caldo…

Toscana, il giallo del ‘boato’ scambiato per un terremoto. Ingv: “Non lo è”

(Adnkronos) - "Dai sismografi e rilevazioni non si tratterebbe al momento di un terremoto". E' quanto scrive su X il governatore toscano Eugenio Giani in relazione a un forte boato, sentito nel pomeriggio di oggi in alcune zone della Regione e descritto da molti cittadini sui social, come molto simile a un sisma. Era stato…

Missili Patriot all’Ucraina, Usa accelerano: la nuova strategia di Biden

(Adnkronos) - Nuova strategia degli Usa sull'invio delle armi all'Ucraina. L'Amministrazione Biden sta infatti accelerando sulla consegna dei missili intercettori per il sistema Patriot a Kiev, interrompendo temporaneamente le forniture agli altri alleati. A riportarlo è il Wall Street Journal, che cita funzionari americani.  Biden, secondo il Wsj, aveva accennato a questa decisione la scorsa…

Ministero della Difesa condannato per la morte di un militare campano

UncategorizedMinistero della Difesa condannato per la morte di un militare campano

di Francesco Gallo

Il militare Giuseppe Lazzari aveva 46 anni quando si è spento, ucciso da un mesotelioma per esposizione ad amianto e ad uranio impoverito. In questi giorni il Tar del Lazio ha condannato il Ministero della Difesa al risarcimento del danno subito dal maresciallo capo Giuseppe Lazzari, di Torre Annunziata, collegando la malattia al lavoro prestato in territori e mezzi contaminati da fibre di amianto e alle radiazioni correlate all’utilizzo di proiettili all’uranio impoverito.

Il Ministero aveva rigettato le domande della vedova e degli orfani, all’epoca della morte del padre una ragazzina di 17 anni e uno di 13. Poi la vicenda è giunta all’attenzione dell’Osservatorio Nazionale Amianto e dell’avvocato Ezio Bonanni, i quali hanno sostenuto la famiglia nella lunga battaglia giudiziaria durata 10 anni e svoltasi prima presso il Tribunale di Pescara per il riconoscimento dello status di vittima del dovere, e poi al Tar del Lazio con la pronuncia di riconoscimento della causa di servizio, passata in giudicato il 26 gennaio 2022, e l’altra, decisione, di questi giorni, che condanna anche al risarcimento del danno.

Spiega l’Osservatorio Nazionale Amianto: “È stato finalmente sancito il fatto che, oltre alle fibre di amianto, anche le radiazioni e le nanoparticelle di uranio impoverito legate ai proiettili e alla loro esplosione sono dannose per la salute e provocano il mesotelioma”. Dalla vedova, Anna Odore, queste parole: “Questo processo è stato anche un motivo per ricordare di mio marito. Ho voluto portare avanti la sua volontà di abbattere un sistema che negava gli effetti derivanti dall’amianto e dall’uranio impoverito”.

Tuttavia, spiega sempre l’Osservatorio “la famiglia non ha ancora diritto ad un risarcimento per l’opposizione del Ministero a risarcire e perché bisogna determinare l’importo del danno”. Lazzari era stato esposto all’asbesto delle cucine da campo utilizzate nelle missioni all’estero, così come nei mezzi corazzati usati negli spostamenti.

L’amianto era presente, inoltre, anche negli elicotteri impiegati dall’esercito italiano. Tristemente nella sentenza è  stato ribadito più volte che “In tutte queste situazioni il militare avrebbe operato privo di dispositivi di protezione e non sarebbe mai stato informato della presenza di agenti patogeni”.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles