lunedì, 24 Giugno , 24

Euro 2024, Svizzera-Germania 1-1: tedeschi si salvano allo scadere

(Adnkronos) - Germania e Svizzera pareggiano 1-1 nel match valido per la terza e ultima giornata del Gruppo A di Euro 2024. I tedeschi chiudono al primo posto nel girone con 7 punti, gli elvetici sono secondo a quota 5 e passano agli ottavi di finale, con buone chance di trovare l'Italia. Nell'altro match, l'Ungheria…

Israele, raid nel sud del Libano. Media: “Enorme riserva armi Hezbollah in aeroporto Beirut”

(Adnkronos) - Una immensa riserva di armi di Hezbollah si troverebbe all'aeroporto internazionale di Beirut Rafic Hariri. Lo rende noto il Telegraph, citando fonti dello scalo. Le armi, munizioni e missili, vengono spedite dall'Iran a bordo di aerei diretti proprio all'aeroporto di Beirut. La notizia viene diffusa dopo che Israele ha reso noto di aver…

Lavoro nero, Gdf: in 17 mesi scoperti quasi 60mila irregolari

(Adnkronos) - Le attività ispettive hanno consentito di individuare 8.743 evasori totali, ossia esercenti attività d’impresa o di lavoro autonomo completamente sconosciuti al fisco (molti dei quali operanti attraverso piattaforme di commercio elettronico) e 59.539 lavoratori in nero o irregolari. Scoperti, inoltre, oltre mille casi di evasione fiscale internazionale, principalmente riconducibili a stabili organizzazioni occulte,…

No all’incompatibilità tra lo status di avvocato e quello di addetto all’ufficio del processo

UncategorizedNo all’incompatibilità tra lo status di avvocato e quello di addetto all’ufficio del processo

L’appello degli avvocati al ministro Cartabia

“La normativa che ha istituito l’ufficio per il processo ha previsto che i professionisti reclutati sulla base delle risorse predisposte dal PNRR non fossero obbligati alla cancellazione dai rispettivi albi professionali.

Tra tali figure rientrano gli avvocati, che hanno partecipato al concorso, risultando in gran numero vincitori, e maturando la legittima aspettativa al mantenimento del proprio status professionale, cumulandola con l’incarico di addetti all’UPP.

Apprendiamo pertanto con sgomento che nella giornata di ieri il Ministro della Giustizia, Marta Cartabia, ha annunciato un prossimo intervento normativo, volto ad introdurre l’incompatibilità tra lo status di avvocato e quello di addetto all’ufficio del processo, motivando tale futura norma con il carattere dell’impiego a cui ci accingiamo a dare inizio”.

Lo afferma l’avvocato Rossella Rigitano, presidente Comitato “avvocati in movimento per l’ufficio per il processo”

“Va in primo luogo chiarito che un’incompatibilità introdotta con atto normativo successivo a quello che ci ha concesso la permanenza nell’Ordine Forense apparirebbe una lesione gravissima dei nostri interessi e dei nostri diritti. Contro una tale norma pertanto, ci riserviamo fin da ora tutte le iniziative tese a tutelarci.

Va inoltre evidenziato che l’impiego a cui ci accingiamo a prestarci è a tempo determinato, non consentendoci di accettare sic et simpiciter la ventilata incompatibilità, che comporterebbe, ex lege, la necessaria cancellazione dal nostro albo, in quanto una tale impostazione ci esporrebbe alla scelta tra un impiego temporaneo e lo status professionale da noi faticosamente conquistato.

Riteniamo che chi propone una soluzione normativa che crei incompatibilità debba farsi carico delle enormi perdite, patrimoniali e morali, che gli avvocati addetti all’UPP si troverebbero a subire, laddove una tale disposizione venisse introdotta, contraddicendo le premesse e l’affidamento creato in migliaia di professionisti.

È inaccettabile che si stravolga ex post il quadro normativo, gravando gli avvocati di una incompatibilità non prospettata fin dal principio, e senza che la necessità di scelta tra i due status, di professionista ed addetto all’UPP, non venga proposta con la certezza che all’eventuale opzione verso l’ufficio del processo corrisponda un incarico a tempo indeterminato.

Se davvero si vuole che gli avvocati italiani prestino servizio esclusivo presso l’ufficio per il processo, si garantiscano fin da subito le scelte normative e di finanza pubblica tese a superare la temporaneità di tale impiego.

Ogni altra soluzione vedrà la nostra fiera opposizione. In ogni caso . conclude l’avvocato Rigitano -, il nostro comitato si attiverà ad horas per richiedere al Ministro Cartabia ed al Parlamento la necessaria interlocuzione, ed il rispetto delle nostre professionalità. Senza certezze sul nostro futuro non potremo garantire il nostro apporto a questo nuovo ufficio, né intendiamo restare inerti, in attesa di nuove leggi emanate senza la necessaria consapevolezza”.

L’articolo No all’incompatibilità tra lo status di avvocato e quello di addetto all’ufficio del processo proviene da Notiziedi.

continua a leggere sul sito di riferimento

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles